Logo dell'Agenzia per la cybersicurezza nazionale
Agenzia per la cybersicurezza nazionale

PMI: l'opportunità dei fondi dell’Unione europea per la cybersecurity

L’invito di Luca Nicoletti all’evento Cyber Index PMI di Confindustria e Generali
Nicoletti-Firenze
data
02 Febbraio 2024
tempo di lettura
3 minuti

L’invito di Luca Nicoletti all’evento Cyber Index PMI di Confindustria e Generali

Parte da Firenze il ciclo di eventi territoriali, organizzato da Confindustria e Generali per diffondere la cultura della gestione dei cyber risk tra le piccole e medie imprese (PMI). Per l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale è intervenuto Luca Nicoletti, Capo del Servizio Programmi Industriali, tecnologici, di ricerca e formazione.

“La nostra missione è quella di favorire la resilienza del paese e, in un contesto dove le PMI rappresentano il tessuto connettivo dell’economia nazionale, il contributo che vogliamo dare al Road Show, in aggiunta alla preparazione e alla valutazione del Cyber Index, è proprio quello di favorire la disseminazione delle opportunità di finanziamento attualmente disponibili per rendere le nostre imprese sempre più robuste e quindi più competitive nello scenario europeo e internazionale”ha sottolineato Luca Nicoletti nel corso dell’incontro dedicato al territorio per diffondere e promuovere la cultura della gestione dei cyber risk tra le aziende di piccole e medie dimensioni.

Per la sicurezza informatica delle imprese "ci sono anche a disposizione i fondi Ue del Digital Europe Programme (DEP). Uno dei messaggi che vogliamo portare oggi è quello di seguire con molta attenzione le opportunità che esistono per ottenere finanziamenti anche importanti, fino al 75%, con fondi che provengono dall'Europa", ha proseguito il dott. Nicoletti, citando il Digital Europe Programme che "da qui al 2027 mette a disposizione oltre 1,5 miliardi di euro, quindi sono fondi importanti e significativi". L’Acn è, inoltre, Centro nazionale di coordinamento (NCC-IT) verso il Centro di competenza europeo in cybersecurity (ECCC) che gestisce i fondi europei dedicati alla cybersecurity DEP. Un’ulteriore opportunità per le imprese italiane per irrobustire la propria postura cyber.

Durante l’incontro è stato presentato ilRapporto Cyber Index PMI Toscana secondo cui il 49% delle PMI del territorio intervistate adotta strumenti digitali per supportare l’attività aziendale e il 10% delle stesse ha subito violazioni negli ultimi 4 anni.

Il Cyber Index PMI realizzato da Generali e Confindustria, con il supporto scientifico dell’Osservatorio Cybersecurity & Data Protection della School of Management del Politecnico di Milano e con la partecipazione dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale, evidenzia e monitora nel tempo il livello di conoscenza dei rischi cyber all’interno delle organizzazioni aziendali e le modalità di approccio adottate dalle stesse per la gestione di tali rischi.

Scopri di più