Logo dell'Agenzia per la cybersicurezza nazionale
Agenzia per la cybersicurezza nazionale

Il Direttore ACN prefetto Bruno Frattasi al Centro Studi Americani a Roma

Dibattito su prevenzione e resilienza delle infrastrutture critiche
centro-studi-americani
data
24 Novembre 2023
tempo di lettura
2 minuti

Prevenzione, resilienza e robustezza delle infrastrutture critiche e delle entità essenziali. È stato questo il focus dell'incontro che si è svolto oggi pomeriggio presso il Centro Studi Americani a Roma a cui è intervenuto il Direttore Generale di ACN, Prefetto Bruno Frattasi.

Ad aprire il dibattito, moderato dalla giornalista e autrice televisiva Barbara Gasperini, il Direttore del Centro Roberto Sgalla. Hanno preso parte al confronto Imanuel Baharier, General Manager Cetif Advisory, Raffaele Boccardo, Presidente e CEO BV-Tech, Domenico Ferrara, Cybersecurity Officer European Union Agency for Cybersecurity, Leonardo Querzoni, Presidente Cyber 4.0 Cybersecurity Competence Center ed Eva Spina, Direttore Generale per le Tecnologie delle Comunicazioni e la Sicurezza Informatica Ministero delle Imprese e del Made in Italy.

"Lo sviluppo tecnologico e la digitalizzazione del nostro Paese", ha affermato il Prefetto Frattasi, "devono essere affiancati da un'elevata capacità di risposta immediata alle minacce online e offline. Se da un lato è necessario garantire la massima sicurezza dei sistemi informativi delle infrastrutture critiche e digitali, dall'altro è fondamentale agire prontamente per continuare a garantire l'erogazione dei servizi e ridurre i tempi di inattività". Si tratta di un aspetto fondamentale dell'ecosistema di sicurezza che è stato oggetto di confronto anche in un recente viaggio a Washington del Direttore dell'ACN. "Nell'incontro con il Vice Consigliere per la Sicurezza Nazionale Anne Neuberger, abbiamo registrato una convergenza tra Italia e Stati Uniti nell'orientare l'azione del gruppo dei 50 Paesi che collaborano alla Counter-ransomware Initiative, al rafforzamento della resilienza contro i più dirompenti crimini informatici".